Categorie
Newsletter
Speciale
Account
Non sei registrato oppure non hai eseguito il login.
Il tuo carrello è vuoto.
Non hai prenotazioni nel carrello.
Scheda prodotto
Quantità:    
Prezzo:
€ 224,30
Nome: Città D'arte
Cod. Articolo:
Marca: Gruppo Editoriale L'Espresso
Disponibilità: Si
Descrizione: Prenota la tua collana in 18 volumi con Repubblica o L'Espresso
DETTAGLIO:
 
 

21 gennaio 2011

Venezia

 
Venezia
 
Osservata sul lungo periodo, la storia di Venezia svela i segreti di un luogo unico al mondo. Le forme della sua laguna, oltre a essere determinate da fattori naturali, sono il risultato di sforzi secolari tesi a conquistare nuovi terreni e a governare le acque. Se la città è, per eccellenza, il luogo dell'artificio, culla delle arti e delle architetture, lo è anche il suo ambiente. La sua essenza - difficile da cogliere dietro le maschere delle antichità e del paesaggio - è il frutto di uno straordinario intreccio fra scienze, tecniche e lavoro, mossi da spirito innovatore ma anche da uno spiccato senso della tradizione e della prudenza operativa.




          

         
 

28 gennaio 2011

Roma antica

 
 
Roma possiede alcuni luoghi nei quali il tempo pare essersi fermato ed è possibile passeggiare o sostare ammirati di fronte ai monumenti antichi o alle rovine ancora imponenti cercando di rivivere la dimensione del passato. Ma nonostante la straordinaria continuità di vita della "città eterna", il trascorrere dei secoli e l'avvicendarsi degli eventi e degli uomini hanno trasformato lo spazio urbano. Così, ad esempio, proprio il cuore monumentale e politico della città antica attualmente si trova diviso in due settori e in parte ancora sommerso da via dei Fori Imperiali, per cui bisogna essere sorretti da un notevole sforzo di immaginazione per ricostruirne l'aspetto originario e i fastosi arredi decorativi. Di alcune costruzioni non si è mai persa memoria, anche se a volte il loro significato è stato a lungo frainteso o consapevolmente modificato, come nel caso dei templi trasformati in chiese; altri edifici sono stati abbandonati e con il tempo sommersi dalle macerie e dall'accumularsi degli strati archeologici, fino a che non sono stati riportati alla luce dagli scavi, mirati sotto la guida degli indizi contenuti nelle fonti antiche o semplicemente finalizzati a lavori di manutenzione o servizi necessari alle esigenze di una città moderna; interi complessi sono stati intenzionalmente obliterati, per il sopraggiungere di nuovi piani urbanistici, o smantellati, a partire dall'età tardoantica, al fine di recuperare i materiali e in particolare i marmi preziosi e i metalli, che sono serviti a volte per l'edificazione di nuovi gioielli architettonici, come le chiese barocche. Infine, l'espansione della metropoli ha inglobato monumenti situati un tempo ai margini o all'esterno del perimetro urbano, lungo le vie consolari, che è possibile ammirare intervallati agli edifici moderni o immersi nel verde di suggestive aree archeologiche
 
 

11 febbraio 2011

Firenze

 
 
Esistono città che nel correre dei secoli hanno manifestato un'intensa continuità di vita e conseguentemente, di età in età, hanno aggiornato la propria immagine e la propria forma. È questo il caso di Firenze, che in età successive ha edificato il nuovo accanto al vecchio, ha interpretato e talvolta distrutto le precedenti vestigia, soddisfacendo ogni volta il mandato politico, gli equilibri sociali, il contesto culturale e i modelli adottati. Così nulla resta di quanto ha preceduto la fondazione della colonia romana, se non minuti reperti archeologici, testimonianza minima di fiorenti scambi commerciali in questo punto della pianura tra genti italiche, favorito da un restringimento del fiume. L'urbs romana risulta invece riconoscibile nella toponomastica e in alcuni impianti talvolta inglobati e nascosti dalle nuove fabbriche. Alla Firenze bizantina, annidata nei resti di quella antica, succede la crescita del tessuto urbano: il volto austero del romanico si amplifica nelle forme più ornate del gotico, quasi a rappresentare la ricchezza delle nuove classi mercantili. Segue quindi il fervore costruttivo del rinnovamento rinascimentale. Più misurate e rade le tracce seicentesche e settecentesche, mentre la tradizione architettonica vacilla col sopraggiungere dello sventramento ottocentesco del ghetto e dell'abbattimento della cerchia muraria: ne sopravvivono pochi frammenti, le principali porte urbiche e sparsi brani del tessuto viario. Dopo una così radicale crisi di identità, la logica del processo industriale, agendo da spinta per una razionale organizzazione dello spazio, interviene palesemente nel disegno della città, disperdendo le antiche rappresentazioni simboliche del vivere civile, talvolta in un apolide modernismo, talvolta in una ambita interpretazione del genius loci. Così l'immagine di Firenze che trasmette oggi il satellite testimonia l'evolversi della forma urbana, dalle origini sino al presente: essa insieme testimonia e riassume le tappe salienti della storia cittadina, fino all'attuale dissolvimento del centro storico in una indifferenziata conurbazione che dilaga nella piana. Il tempo, dunque, e la forma.
 
 
 
 
21 gennaio 2011
Venezia
28 gennaio 2011
Roma antica
4 febbraio 2011
Roma moderna
11 febbraio 2011
Firenze
18 febbraio 2011
Napoli
25 febbraio 2011
Milano
4 marzo 2011
Bologna
11 marzo 2011
Palermo
18 marzo 2011
Genova
25 marzo 2011
Torino
1 aprile 2011
Siena
8 aprile 2011
Mantova
15 aprile 2011
L'Aquila, Bari, Lecce
22 aprile 2011

Pisa, Lucca, Pistoia
29 aprile 2011
Padova, Verona, Vicenza
6 maggio 2011
Perugia, Arezzo, Urbino
13 maggio 2011
Agrigento, Siracusa, Ragusa
20 maggio 2011

Modena, Parma, Ferrara


Vetrina
  • Occhiale da sole modello ATLANTA nero
    € 19,90
  • Occhiale da sole modello ATLANTA marrone
    € 19,90
  • Occhiale Master
    € 14,90
  • Occhiale Mellow
    € 14,90
  • Occhiale Smart
    € 14,90